Problemi cardiologici e fattori di rischio, ne parliamo con lo specialista del nostro centro il dott. Nicola Di Martino.

Molto spesso i pazienti vengono a fare dei controlli elettrocardiografici ed ecocardiogradici perché in famiglia magari hanno avuto dei familiari con drammatici eventi cardiovascolari. Dalla loro esperienza, vengono spesso con la convinzione che un esame normale possa essere predittivo, per mancanza di eventi cardiovascolari. Pero’ il messaggio, che cerco di dare ai pazienti, e’ questo: sia l’elettrocardiogramma che l’ecocardiogramma possono essere degli esami che fanno un’istantanea della situazione in quel momento. Ciò che determina la probabilita’  di sviluppare eventi cardiovascolari, soprattutto ischemici, nel futuro sono quelli che vengono chiamati i fattori di rischio. 

Molti di questi fattori di rischio, come l’ipercolesterolemia o l’ipertensione, possono essere presenti date predisposizioni genetiche, ma possono altresì essere aggravati da stili di vita parzialmente o totalmente scorretti. L’esecuzione di esami periodici, concernenti soprattutto il livello di colesterolo LDL – che si deposita sulle arterie e le ostruisce – nel sangue, ci offre dei quadri ampi di situazioni complesse, influenzate da moltissime specificita’ . 

Bisogna soffermarsi sulla prevenzione e far luce sui fattori di rischio piu’ importanti e maggiormente influenzanti gli stili di vita generali e l’insorgere di gravi patologie cardiovascolari: parliamo di diabete, ipertensione, ipercolesterolemia. Altresì ci riferiamo al fumo e all’incidenza dei disturbi del comportamento alimentare o all’obesita’.

Attraverso degli incontri nelle scuole, che mirano a sensibilizzare i giovani, ho scoperto che, purtroppo, c’è un grave problema concernente le abitudini alimentari  dei ragazzi – che sono direttamente coinvolte nell’insorgenza di patologie a carico del sistema cardiovascolare. Abuso di bevande zuccherate, carni rosse e cibi da fast food hanno peggiorato un quadro gia’  sconfortante riferito agli indici di massa corporea e conseguentemente all’incidenza di patologie come sovrappeso e obesità . 

Questo discorso mette in luce l’importanza di altri aspetti della nostra cultura, a lungo sottovalutati: parliamo di socialita’  e ambienti nei quali crescono i nostri ragazzi, d’istruzione ed educazione ad uno stile di vita sano.

In ottemperanza alle nuove misure riferite al decreto regionale 599/2022 e successivo 515 che assegna nuovi tetti di spesa alle strutture sanitarie accreditate, si informa i gentili utenti che le prestazioni eccedenti dovranno essere erogate in regime privato.

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp